Login

Chi è on.line

Abbiamo 304 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
49
Articoli
3350
Web Links
4
Visite agli articoli
11383645
LOGIN/REGISTRATI
Sabato, 05 Dicembre 2020
 
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

bartelle naccariContinua a suscitare incredulità, sentimento che, spesso, sfocia in rabbia e disappunto, l'incresciosa situazione dei servizi sanitari e socio - sanitari in Polesine.
Ultima, in ordine di tempo, l'odissea della sorella del 71enne non autosufficiente, proveniente dal CSA di Adria, ricoverato all'ospedale di Trecenta per difficoltà respiratorie. Una degenza che, data l'indisponibilità di posti letto nei nosocomi di Adria e Rovigo e l'impossibilità oggettiva di fornire, presso l'IPAB adriese, assistenza medica adeguata, pone la famiglia in gravi difficoltà. 

La riduzione dei posti letto per acuti nella sanità pubblica (solo in Polesine, né sono stati cancellati

oltre 200, dal 2000 a oggi), attuata scientemente da Galan prima e da Zaia nell'ultimo decennio, ha trasformato il ricovero ospedaliero in una struttura geograficamente vicina a casa in un'angosciante lotteria. Si costringono i familiari dei pazienti a scelte dolorose - come diradare le visite, limitandole allo stretto necessario - oppure, come in quest'ultimo caso, a sacrifici inaccettabili, per garantire assistenza e conforto ai propri cari. 

A ciò, si aggiunge la forzosa trasformazione delle IPAB in strutture di lungodegenza, surrogati di quelle, ormai, demolite da oltre venti anni di politica sanitaria di centro destra. Trasformazione alla quale, però, non è seguita, da parte della Regione Veneto, un'adeguata assegnazione di risorse, a fondo perduto, per consentire alle strutture in parola di assolvere il compito. Ne è la riprova il fatto che, presso il predetto CSA di Adria, siano disponibili solo tre stanze attrezzate per l'ossigeno. Una capacità davvero risicata, per un'utenza, anziana e non autosufficiente, affetta, sovente, da forme morbose croniche, che necessitano di trattamenti e assistenza sanitaria specifica e il cui quadro clinico non è compatibile con il rientro a domicilio o con il passaggio a forme di sostegno medico domiciliare. 

Veneto Ecologia Solidarietà crede con forza ai valori di equità e di universalità del sistema sanitario e ai principi di assistenza integrata e di continuità nell'erogazione delle prestazioni sanitarie. 

Per questo intende fermare l'impoverimento dei servizi sanitari e mettere un freno al ridimensionamento delle strutture ospedaliere di prossimità, garantendo la congruità dei posti letto per acuti e l'adeguatezza, nonché l'assoluta gratuità, di quelli delle strutture intermedie. 

Veneto Ecologia Solidarietà mira inoltre ad una riforma delle IPAB che privilegi il servizio pubblico, adeguando il numero delle impegnative di residenzialità alle esigenze del territorio. Un provvedimento innovativo e funzionale che attribuisca a questi istituti pubblici anche la funzione di ospedali di comunità, ma con l'assegnazione delle risorse umane, materiali ed economiche che consentano un'assistenza confacente ai pazienti/ospiti, per mettere realmente il cittadino al centro, garantendo risposte veloci e appropriate, nel rispetto dell'art. 32 della Costituzione. 

Enrico Naccari 

Candidato per Veneto Ecologia Solidarietà nella lista provinciale di Rovigo 

Patrizia Bartelle 

Candidata Presidente per Veneto Ecologia solidarietà 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Civitanova soprattutto responsabilità annunciato dichiarato responsabile capogruppo particolare associazioni possibilità all'interno Comunicato dipendenti referendum condizioni amministrazione attraverso manifestazione condannato lavoratori pubblicato Alessandro intervento Redazionale commissione democrazia maggioranza importante presentato ambientale Napolitano situazione parlamentari QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino territorio RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information