Login

Chi è on.line

Abbiamo 716 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8883398
LOGIN/REGISTRATI
Sabato, 16 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Grignano Polesine

LA FRAZIONE DOPO IL PESTAGGIO PER DERUBARE DI POCHI EURO A MILAN E LA TRUFFA ALLA SIGNORA ROMAGNOLO, IN PAESE C’È DIFFIDENZA

Due gravi episodi a danni di anziani in dieci giorni: “Servono più controlli sul territorio”

Sara Dainese ROVIGO - Sguardi indagatori rivolti “ai foresti” ieri mattina a Grignano. All’indomani del brutale pestaggio ai danni di Luciano Milan, il pensionato massacrato nella sua abitazione di

via Ghetto Vecchio per pochi euro, il clima della piazza è quello dell’incredulità e della paura. “Siamo tutti preoccupati - ha detto Flavio Gioachin - e gli anziani, in particolare, hanno paura. La nostra è una comunità tranquilla ed anche un po’ ‘chiusa’ perchè non è facile che diamo confidenza agli sconosciuti”. Ed infatti, una decina di giorni fa, la signora Edda Romagnolo, vedova di 77 anni, è stata derubata di tutti i suoi gioielli (per un valore di circa 5mila euro) da una donna che si è finta una dipendente comunale. “Edda - ha raccontato Sante Previato - non si è ancora ripresa. Fa fatica ad aprire la porta a me che pur mi conosce molto bene. No, qui omai meglio non aprire la porta a nessuno”. L’incredulità, comunque, aleggia tra gli abitanti della frazione: “Sono nato e cresciuto qui - ha raccontato Moreno Bedendo - e queste cose non sono mai successe. Sentire notizie del genere per tv è un conto, ma quando succedono a 100 metri da casa tua fanno un certo che e dispiace ancora di più. Ieri sera non mi sono allontanato dal paese per non lasciare mia madre da sola”. Milan, come è facilmente immaginabile, era un uomo conosciuto in paese: “Una bravissima persona - ha detto Tiziano Pozzato - e molto riservata. In queste sere che qui a Grignano c’è la fiera veniva in piazza, mangiava qui e beveva il caffè. Tornava a casa sempre verso le 23, credo che lo abbiano tenuto d’occhio”. Pozzato, infatti, non è l’unico a credere che il pensionato sia stato oggetto di appostamenti e controlli e più di qualcuno, al bar, mormora: “C’è troppo marcio in giro. La notte capita spesso che ci siano 5 o 6 ‘di loro’ sulle panchine della piazza a guardare il passaggio”. Nella popolazione, dunque, si è diffusa la certezza che chi ha messo in atto tanta violenza sia straniero, anche dopo la testimonianza del pensionato aggredito: “Non sono razzista - ha detto Federico riccardo Osti, titolare dell’edicola del paese - ma quando succedono questi fatti 8 su 10 sono ad opera di extracomunitari. Milan era una persona abitudinaria ed è facile che l’abbiano tenuto d’occhio, anche visto che l’entrata della casa non è sulla via principale. Ieri mi sono accorto che qualcosa non andava perchè ogni giorno viene a prendere il giornale circa alla stessa ora e ieri mattina alle 11.30 ancora non era passato, poi ho visto arrivare la televisione”. La soluzione a questi episodi, secondo i cittadini è quella di aumentare il controlli, senza se e senza ma: “Servono più pattuglie - ha detto Leonardo Trevisan - che non facciano solo il giro della piazza, ma anche nelle vie e viette dove abita la gente”. Non solo aumentare i controlli, però, ma anche cambiare le leggi potrebbe scoraggiare atti di questo tipo: “Non si può rischiare di andare in galera perchè si reagisce - hanno detto Renzo Previato e Graziano Bedendo - Se una persona entra in casa propria bisogna poter reagire. Non si fa di tutta un erba un fascio però perchè chi viene qui per lavorare è sempre il benvenuto”. Il clima, però, in paese non è disteso e la preoccupazione c’è: “C’è anche tanta rabbia - ha concluso Federico Riccardo Osti - perchè Grignano è sempre stato un paese tranquillo in cui poter lasciare le chiavi sulla porta. Anziani e agricoltori, che magari hanno case appena più isolate adesso hanno paura e non è giusto”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information