Login

Chi è on.line

Abbiamo 373 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
41
Articoli
3162
Web Links
4
Visite agli articoli
7043234
LOGIN/REGISTRATI
Venerdì, 16 Novembre 2018
ECCELLENZE TERRITORIALI...
...i tuoi acquisti sicuri

Astoria Wines

astoria
Clicca sull'immagine

A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 90% (2 Votes)
Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

parco-langer-satellite

Il passante sarà silenzioso
Correrà a sud del Ceresolo con barriere antirumore per 1,3 chilometri

(Da Il Gazzettino del 3 agosto 2013 - Luca Gigli)

L’ultimo tratto del passante nord ora è un vero progetto, non solo un argomento di discussione e fonte di polemiche. Ieri l’ingegnere Valentino Gentili ha consegnato a Veneto strade

il piano definitivo che andrà alla valutazione della conferenza dei servizi in settembre, non appena sarà completato anche il piano di qualificazione dell’area conosciuta come parco Langer. Già, perché uno degli elementi che caratterizzerà il progetto è l’intervento su quello che i tecnici definiscono soprattutto bosco, giacché di parco vi è ben poco e all’interno vi sono ancora i ruderi dell’ex tiro a segno, del quale parliamo a lato. L’altro aspetto dell’intervento è che tutti i 1.350 metri di tracciato saranno segnati dalle barriere antirumore, alte 4,5 metri nei punti più sensibili, per esempio nella zona di Casa serena, e due metri negli altri tratti. È per questi motivi che l’opera costerà sei milioni, ragioni che riprendono temi in discussione fin dal 2001, quando l’intesa tra Comune e Regione diede il via al cammino per risolvere l’incrocio (all’epoca semaforico) di via Tre martiri con la tangenziale, intervento che la Provincia volle ampliare inserendo la realizzazione del passante nord che a oggi è incompleto, poiché dalla rotatoria poco prima di Villadose finisce col morire all’inserimento sulla tangenziale stessa, senza arrivare a collegarsi con via Porta Adige e la bretella che dalla rotatoria vicino al Censer porta su via Amendola. Con il progetto del tratto mancante si farà un altro passo verso la chiusura dell’anello viario del capoluogo, che sul versante opposto oggi è bloccato a via Vittorio Veneto, unita a sud con viale Porta Po, ma la strada dovrà procedere costeggiando San Pio X e allacciarsi sulla detta via Amendola. Il passante correrà, come deciso nel Pat approvato l’anno scorso e ribadito a febbraio in consiglio comunale, a sud del Ceresolo, nei terreni più estremi della Commenda, per snodarsi sul terreno dietro Casa serena e da qui costeggiare parco Langer del quale sarà tolta una porzione, con lo sbocco in viale Porta Adige prima dell’attuale cancello del parco. La strada sarà a due corsie, larga sette metri, più altri 2,5 metri di banchine laterali ed esterne, protetta dalle barriere antirumore. Nei programmi l’opera è previta nel 2014, con l’idea di indire la gare entro la fine dell’anno.

Diventerà un parco vero (l.g.)

La sorte del parco Langer, o bosco secondo i tecnici, è decisa. Una porzione andrà perduta, ma quel che resterà diventerà davvero un parco fruibile. Sulla riqualificazione dell’ex tiro a segno sta lavorando Giovanni Abrami, docente dell’Istituto universitario di architettura di Venezia, e per quanto i termini del progetto non siano noti al momento, è certo che verranno piantumate nuove essenze nell’area e sarà recuperato l’ex poligono. Verrà anche costruito un sottopasso ciclabile per collegare le due parti del parco tagliate dal passante. L’intera area sarà acquisita da Veneto strade dal proprietario, il Demanio militare, anche se è una spesa “ingiusta”: il Langer dovrebbe essere di proprietà da 17 anni del Comune, che a sue spese aveva costruito il poligono di Ca’ Bianca per avere in permuta il Langer. Ultimo aspetto è la compensazione. Poiché il passante farà perdere 4.900 metri quadri di verde, si prevede di creare un nuovo bosco di 12mila metri quadri su un’area agricola, anche se il taglio del Langer resterà comunque una ferita.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

produzione attraverso importanti soprattutto interventi Ecoambiente possibilità responsabile Civitanova dichiarato associazioni annunciato capogruppo condizioni democrazia intervento amministrazione manifestazione dipendenti all'interno lavoratori importante commissione condannato pubblicato presentato ambientale Alessandro maggioranza Redazionale situazione parlamentari Napolitano consigliere Commissione QUOTIDIANO) elettorale Presidente territorio Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi presidente Berlusconi Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information