Login

Chi è on.line

Abbiamo 690 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
45
Articoli
3232
Web Links
4
Visite agli articoli
7991205
LOGIN/REGISTRATI
Domenica, 16 Giugno 2019
ECCELLENZE TERRITORIALI...
...i tuoi acquisti sicuri

Astoria Wines

astoria
Clicca sull'immagine

A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

raccolta-rifiuti-volontari-wwf-puliamo-badia-adigetto55-1

Cumuli di erba tagliata e secca, bottiglie, rifiuti. Qualcuno ha trovato siringhe

Luigi Ingegneri GAVELLO – Potrebbe essere la "perla verde" di Gavello l'area attrezzata in fondo a via Ballotta. Un vasto prato, le piante che creano un'ombra invidiabile soprattutto in questo periodo di calura infernale, passeggiamenti in mattonelle esagonali per fare due passi senza calpestare l'erba;

poi anche un punto pic-nic con tavolo e panchine utile anche per una partitina a carte. Si vede a colpo d'occhio che questo angolo di verde che in paese chiamano "il parco delle poste", perché adiacente all'ufficio postale, è stato a suo tempo ben pensato e che deve essere costato non poco alla comunità. L'area si trova in un degrado da far stringere il cuore al punto che nei giorni scorsi un residente della zona ha segnalato la cosa al nostro giornale. In effetti, l'erba è stata tagliata da non molto, però qua e là sono stati lasciati cumuli di sfalcio anche della potatura delle piante; un tratto di sentiero è completamente invaso dall'erba segno che da tempo è abbandonato; in alcuni tratti l'erba è rinsecchita e quasi sicuramente è stato usato del diserbante. Inoltre, qua e là carte e bottiglie abbandonate a terra, non manca un sacco di rifiuti. E' facile immagine l'odore non piacevole della fermentazione del verde con queste temperature africane, senza dimenticare che quei cumuli saranno un paradiso per le zanzare di cui a Gavello farebbero volentieri a meno. Inoltre dalla segnalazione arrivata in redazione si dice che girano in libertà animali non proprio simpatici a cominciare dai topi. Così pure si dice che ogni tanto si trovano delle siringhe. Una situazione di inspiegabile degrado di cui è ben consapevole il sindaco Ampelio Spadon il quale ammette tutta la sua impotenza. "Un gruppo di volontari tra i quali il sottoscritto – spiega – ha tagliato l'erba poco tempo fa. Purtroppo, non si è potuto fare di più. I tre dipendenti comunali addetti alle strade non sono in grado di far fronte anche alla manutenzione di quell'area verde". "Purtroppo – aggiunge Spadon - non posso affidare lavori ad esterni perché il bilancio non è ancora approvato, tuttavia le risorse sono molto risicate". Quindi il sindaco lancia un appello alla cittadinanza. "Mi auguro – dice – che qualche volontario, magari un'associazione, si faccia avanti per prendersi cura con regolarità di quest'area che è un autentico gioiello per la comunità". Allora, parafrasando un noto proverbio, visto che sul posto c'è il monumento al fante e ci si trova dietro la chiesa, vien spontaneo dire: lascia stare i santi e valorizza i fanti.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

conferenza referendum interventi attraverso Ecoambiente Civitanova responsabile Comunicato annunciato associazioni possibilità dichiarato capogruppo condizioni all'interno dipendenti democrazia lavoratori amministrazione condannato intervento manifestazione commissione pubblicato Alessandro importante Redazionale maggioranza presentato parlamentari ambientale situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information