Login

Chi è on.line

Abbiamo 1116 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3259
Web Links
4
Visite agli articoli
8508655
LOGIN/REGISTRATI
Lunedì, 16 Settembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

bambini che prendono lo scuolabusBOSARO SCUOLABUS VIETATO PERCHÉ NON HA ANCORA TRE ANNI. IL PADRE: “SUCCEDE SOLTANTO QUI”.Nel mirino finisce l’Eridano: “Il servizio deve essere garantito a tutti”.“Troppo piccolo per il pulmino”. Sì, d’accordo, ma il bambino, all’asilo, ci va eccome.

E’ lo strano caso di un bimbo di Bosaro, che compirà tre anni tra un mese, a inizio gennaio. E, in quanto tale, è stato accettato alla locale scuola materna parrocchiale già dall’inizio dell’anno scolastico. Succede però che l’Unione dell’Eridano, titolare del servizio di trasposto scolastico tramite l’affidamento ad una cooperativa, neghi al piccolo di salire sullo scuolabus. Fino a tre anni - la versione degli uffici dell’Eridano - non è possibile. Ma i genitori, una coppia residente in paese, non ci stanno. Pazienza per l’ingresso a scuola e l’uscita: a coprire il percorso casa-asilo ci pensano autonomamente. Il punto è che, con l’avvicinarsi del Natale, i piccoli allievi della scuola San Sebastiano vanno al teatro comunale di via Moro, neanche un chilometro dall’asilo, per provare la tradizionale recita. Con il pulmino, ovviamente. Tranne lui: l’unico a non avere ancora compiuto tre anni. “Mi sembra un’assurdità - denuncia il padre - quando ho iscritto il bimbo a scuola nessuno mi ha detto nulla in merito. Credo che un servizio pubblico, se tale, vada offerto a tutti senza distinzione”. Ma con la sicurezza come la mettiamo? Per il padre del bambino il problema non si pone: “Ho cercato su internet. Le cose, nel resto d’Italia, non funzionano così”. Sul tavolo, una voluminosa pila di carte. C’è il decreto legislativo del 13 marzo 2006 (il numero 150) che spiega come i bambini fino a tre anni non siano nemmeno obbligati a mettere le cinture di sicurezza, “purché accompagnati da almeno un passeggero di età non inferiore ai 16 anni”; e poi c’è il caso di Bologna dove, dopo un incidente che ha coinvolto un pulmino, la stessa società che gestisce il trasporto precisava come “tutti i bambini sia di meno che di più di tre anni possono viaggiare sui bus; sotto i tre anni non hanno obbligo di utilizzare i sistemi di ritenuta e possono essere trasportati senza necessità di particolari accorgimenti”. “Ho saputo - aggiunge il genitore - che anche a Vicenza funziona così. A Porto Tolle, per casi del genere, viene realizzata un’apposita autorizzazione ad hoc. Soltanto nell’Eridano tutto questo non vale. Noi - spiega - saremmo anche pronti a pagare un’assicurazione apposita o a firmare una liberatoria, ma ci hanno detto che la cosa non è proprio possibile”. Intanto, per un altro mese, il bimbo resterà a guardare i piccoli compagni (compreso il fratellino, 5 anni a gennaio) salire sul pulmino mentre lui è costretto a restare a terra. “Per carità - concede il padre - dal Comune di Bosaro si sono anche interessati alla vicenda, ma pare che l’Eridano proprio non ci senta. La mia non è una battaglia personale: tra un mese il bambino avrà tre anni e potrà salire liberamente sullo scuolabus: il punto è che ci potrebbero essere altri casi del genere”. Ma non è tutto: a Bosaro è attivo un servizio di trasporto a chiamata, gestito dall’Auser per conto del Comune. “Il Comune ha messo a disposizione il mezzo per mio figlio, ma a quanto pare nessun volontario è disponibile a guidarlo - accusa il padre - anche in questo caso: o il volontariato si fa per tutti, oppure è discriminazione”.

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

referendum interventi Ecoambiente responsabilità Civitanova annunciato dichiarato responsabile associazioni capogruppo Comunicato possibilità dipendenti all'interno amministrazione attraverso condannato lavoratori condizioni manifestazione intervento democrazia commissione pubblicato Alessandro Redazionale maggioranza ambientale parlamentari importante presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information