Login

Chi è on.line

Abbiamo 996 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3268
Web Links
4
Visite agli articoli
8734717
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 22 Ottobre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Case-chiuse

Abrogazione della legge Merlin e apertura delle case di tolleranza, in municipio è aperta la sottoscrizione a sostegno del referendum.

 

(Fonte: RovigoOggi del 22 agosto 2013) - Il Comune di Arquà Polesine raccoglie le firme per la riapertura delle case di tolleranza. All’ufficio Servizi demografici in municipio è aperta la petizione a sostegno della proposta di referendum abrogativo di alcuni articoli della legge Merlin. In particolare, il referendum propone di abrogare gli articoli che impediscono l’apertura dei luoghi di tolleranza. E il sindaco Claudio Rosa è d’accordo con la proposta.

L’apertura delle case di tolleranza trova una sponda ad Arquà Polesine.Fino alla fine di settembre, in municipio, resterà aperta la raccolta firme a sostegno dell’abrogazione della legge Merlin per la quale è stato proposto un referendum.
E, sorpresa, la proposta di referendum, che si può firmare all’ufficio Servizi demografici dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30, ha trovato il favore del sindaco Claudio Rosa. Il primo cittadino in questi giorni si trova in vacanza. Interpellato al telefono commenta con poche parole la faccenda: “Sono d’accordo con l’abrogazione della legge Merlin ma per il momento non ho firmato perché sono in ferie”.

Rosa rimanda qualsiasi altro commento al momento in cui rientrerà in municipio mentre il vicesindaco Emanuela Chiarion minimizza: “L’apertura della petizione è automatica ogni volta che c’è una proposta di referendum. So che questa può far discutere ma non credo abbia avuto molto seguito tra i cittadini a livello di adesioni”. Tant'è che dagli uffici della segreteria del sindaco si scopre che nessun cittadino finora ha firmato la petizione.

La petizione in questione, come si legge nell’avviso firmato dalla segretaria comunale Natalia Zappaterra, ha l’obiettivo di sostenere il referendum abrogativo di alcuni articoli della legge Merlin, datata 20 febbraio 1958, con particolare riferimento agli “articoli che impediscono l’apertura dei luoghi di tolleranza”.
“Volete voi che sia abrogata interamente la legge 20 febbraio 1958, numero 75, intitolata Abolizione della regolamentazione della prostituzione e lotta contro lo sfruttamento della prostituzione altrui?”, questo il quesito referendario depositato alla Corte di Cassazione da Angelo Alessandri e Matteo Iotti di Progetto Reggio e Luca Vezzani del Pdl.
Il quesito è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale lo scorso 27 luglio e per proseguire l’iter verso la consultazione popolare deve raccogliere 500mila firme. E il comune di Arquà Polesine, futura sede del nuovo comune di Civitanova Polesine, darà il proprio contributo.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Ecoambiente interventi particolare Civitanova annunciato referendum capogruppo responsabile dichiarato associazioni Comunicato possibilità all'interno dipendenti attraverso amministrazione condizioni lavoratori condannato manifestazione intervento Alessandro commissione pubblicato democrazia Redazionale maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information