1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
компьютерная помощь на дому
новости Винницы

new-sea-impianto-fotovoltaico-inaugurazione-03Inaugurazione in grande stile alla NewSea srl dell’impianto fotovoltaico costruito a km zero, per un completo autoconsumo dell’azienda e senza incentivi statali. L’orgoglio del territorio

- Taglio del nastro alla NewSea prodotti ittici di Rosolina per l'impianto fotovoltaico sul tetto. L’impianto svilupperà una potenza di 199 KWp e garantirà alla società rodigina energia per 220.000 KWh annui, evitando l’emissione in atmosfera di 95.304 kg di CO2 nello stesso periodo. Completamente autofinanziato per un completo autoconsumo il progetto ha ricevuto l'encomio dei presenti, istituzioni e Unindustria in primis, il tutto per una festa innaffiata da champagne e accompagnata da crudité di pesce.

Ostriche, moeche, gamberoni alla Manin, sono il contorno di classe dell’evento che il 26 ottobre ha contraddistinto l’inaugurazione mattutina di un impianto fotovoltaico, unico in Italia per caratteristiche e dimensioni, alla NewSea srl di Rosolina che del pesce costituisce uno dei maggiori ingrossi della zona, fatturando 26 milioni di euro l’anno.

Ha condotto gli onori di casa Raffaele Tiengo, presidente dell’azienda che conta sette soci e una quarantina di dipendenti. “Noi creiamo la nostra attività con i prodotti del mare, siamo le prime persone interessate ad un ambiente più pulito. La nostra scelta è di responsabilità sociale che questa azienda sente nei confronti dell’ambiente”. Viene letto il messaggio di Luca Zaia, non presente per impegni già presi, che sottolinea “investire su questo tipo di impianti significa consegnare alle future generazioni unaRegione più pulita”, col plauso di essere stato costruito dai veneti, ovvero dall’azienda polesana Tumiatti impianti alla quale è stato espressamente richiesto di impiegare solo personale locale e componentistica tutta italiana, “una scelta coraggiosa per il momento difficile dell’economia” rimarca il governatore.

Massimiliano Braghin, il project manager dell’operazione, ricorda la “perfetta sincronia con i cronoprogrammi data la connessione avvenuta il 24 ottobre, anzi un giorno prima” e afferma che NewSea lancia il modello energetico culturale di Smart cities, città compatta, efficiente, energeticamente autosufficiente, “tale modello polesano con le istituzioni oggi presenti, non di certo invitati a caso, può avere la sua accelerazione e attuazione, in modo unitario su tutta la Provincia, se si vuole e se la politica soprattutto riesce, per una volta non a dividere ma ad unire”. Per Braghin “il problema principale è il lavoro” per cui, dopo aver fornito i dati sulle caratteristiche tecniche dell’impianto cita i numeri più importanti che “sono 18, e 100, ovvero 18 le persone occupate per la progettazione ed il cantiere e 100 sono le ore previste per la manutenzione annua, quindi altro lavoro”.

E poi gli interventi dei principali ospiti. Le mezzalune fotovoltaiche sul tetto “diventano un oggetto di design” per il docente Davide Ferro dello Iuav di Venezia che ricorda come la “ricerca universitaria, a causa dei tagli, ora si riversa nelle aziende connettendosi alla produzione”. Il sindaco di Rosolina Franco Vitale si augura che l’esempio sia di traino per tutto il territorio. La senatrice Emanuela Munerato si compiace che “finalmente un impianto fotovoltaico non rubi suolo all’agricoltura” e loda “una capacità di fare squadra da portare come esempio a Roma, per ispirare chi chiede sempre di essere assistito”.

L’onorevole Diego Crivellari elogia la “nuova crescita e modello di lavoro a partire dal vincolo inscindibile tra economia e ambiente”. Cristiano Corazzari, consigliere regionale, ricorda come questo sia “un impianto che non grava sulle bollette dei cittadini” visto che non ha beneficiato degli incentivi statali, “che sono sempre i soldi di tutti”. “La Provincia insieme alle altre istituzioni porta avanti il suo impegno con i Paes per i Comuni - spiega l’assessore Giuliana Gulmanelli citando l’impegno del territorio per il Patto dei sindaci - i progetti che verranno realizzati con i contributi Ue aiuteranno gli imprenditori a realizzare opere come queste”. E’ Massimo Barbin direttore di Unindustria a chiudere gli interventi. “Sono tante le imprese che oggi si sacrificano, che si riducono le marginalità in silenzio. Questa gente ha lesinato su tutto, mettendoci capitale proprio. Qui ci sono 50 famiglie che lavorano con grande spirito di volontà e di crescere. Unindustria è orgogliosa di rappresentare questa azienda”.

Una festa delle famiglie dunque e del territorio, con la partecipazione massiccia di amici e dipendenti che hanno goduto del prezioso catering dello Zafferano di Porto Viro, con lo chef Adriano Bersani che cucinava in diretta.
Tra i rappresentanti delle istituzioni Giorgio D’Angelo, vicepresidente dell’Ente parco Delta del Po, ed Enzo Moro, direttore di Unindustria Rovigo, Massimo Bergamin, presidente di Asm set, Paolo Avezzù presidente del consiglio di Rovigo, e Julik Zanellato, in corsa per la segreteria provinciale del Pd.

туризм и отдых
обзоры недвижимости

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information