Login

Chi è on.line

Abbiamo 218 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
37
Articoli
3120
Web Links
4
Visite agli articoli
6757745
LOGIN/REGISTRATI
Venerdì, 20 Aprile 2018
A-   A   A+

scarica feed


Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

834801-gi

Il consigliere regionale leghista Cristiano Corazzari, è intervenuto sulla dipendenza da gioco mentre nel Palazzo Madama il Senatore Endrizzi esponeva i numeri disastrosi per lo Stato causati dal gioco d'azzardo.

In Senato è stata approvata una mozione del Carroccio che vieta per un anno l'apertura di nuovi centri per i giochi d'azzardo.

Un bar polesano “espelle” le slot machines dopo che avevano rovinato una famiglia. Cristiano Corazzari (foto a lato) appoggia a pieno la decisione dei gestori Tullio e Nicola Previati di Fiesso Umbertiano “Scelta coraggiosa, presto Legge regionale in materia”. Proprio giovedì 5 settembre, su iniziativa della Lega Nord in Senato è stata approvata una mozione che vieta per un anno l'apertura di nuovi centri per i giochi d'azzardo elettronico, on-line e nei luoghi aperti al pubblico.

"L’esempio dei baristi Tullio e Nicola Previati di Fiesso Umbertiano, che hanno‘espulso’ le slot machines dal loro locale dopo l’ennesimo caso di dipendenza che ha rovinato una famiglia, deve essere di monito per tutti gli esercenti. Ma soprattutto deve esserlo per noi amministratori, che abbiamo il compito per quanto di competenza di arginare la proliferazione di queste macchinette,  che sono una vera e propria piaga sociale”. Lo dichiara il consigliere regionale leghista Cristiano Corazzari, commentando la scelta dei titolari del bar Haiti di Fiesso (Rovigo) dopo l’ennesimo caso di un cittadino rovinato dal vizio del gioco.

“La loro decisione è ancora più rilevante perché hanno rinunciato ai guadagni che possono derivare dalle macchinette – sostiene Corazzari -, privilegiando l’aspetto sociale e la tranquillità di non essere responsabili, pur tangenzialmente, della rovina di intere famiglie. La piaga delle slot machines, purtroppo, è sempre più diffusa anche a causa della crisi, e lo dico da avvocato: sono numerosissime le persone che si rivolgono al mio studio dopo aver perso tutto. I dati per il Veneto ci dicono che la spesa per il gioco è cresciuta, dall’inizio della crisi nel 2008, del 43,5%, con ben 1.072 euro pro capite (erano 747 nel 2008). Le persone con problemi di dipendenza sono circa 15.000; il 61% dei giovanissimi tra i 15 e i 20 anni partecipa con frequenza a giochi che prevedono vincite in denaro. Da questi numeri è partito il progetto di legge da me presentato in Consiglio regionale che fissa norme per il contrasto, la prevenzione, il trattamento della dipendenza da gioco e problematiche correlate.  Il testo è ora all’analisi della Commissione competente, ma è necessario accelerarne l’iter visto il numero crescente di casi”.

Grazie alla Lega – conclude Corazzari – proprio stamattina (giovedì 5 settembre, ndr) in Senato è stata approvata una mozione che vieta per un anno l'apertura di nuovi centri per i giochi d'azzardo elettronico, on-line e nei luoghi aperti al pubblico. Questo nonostante la contrarietà del Governo e in particolare del Pd, che evidentemente non interpreta minimamente la sensibilità della gente. Tant’è vero che il Governo Letta, nel recente decreto Imu, all’articolo 14 condona le società concessionarie di slot machines che invece di pagare i 98 miliardi di multa, già ‘scontati’ dalla Corte dei Conti a 2.5 miliardi, dovranno restituire allo Stato solo 611 milioni di euro. E’ come se a ogni contribuente che avesse debiti nei confronti dello Stato, venisse concesso uno sconto del 66%. Purtroppo questo avviene solo nei confronti delle slot machines e non per i cittadini in crisi”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

attraverso CARABINIERI soprattutto corruzione provinciale possibilità Ecoambiente responsabile Civitanova capogruppo associazioni condizioni dichiarato annunciato dipendenti commissione intervento lavoratori amministrazione democrazia all'interno importante manifestazione ambientale condannato pubblicato presentato Alessandro maggioranza Redazionale situazione parlamentari Commissione Napolitano consigliere QUOTIDIANO) elettorale Presidente Parlamento territorio carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi presidente Berlusconi Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information