1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
компьютерная помощь на дому
новости Винницы

20150607 196(Fonte: Il Gazzettino del NordEst - Alda Vanzan) - VENEZIA - Tacciono. Nessuno che intervenga di propria sponte. Tolto Renato Brunetta, non c’è un azzurro ai piani alti che prenda pubblicamente

le difese di Giancarlo Galan. E tra gli ex, come la veronese Cinzia Bonfrisco, non mancano sottili sciabolate. Della serie: l’ex governatore avrebbe fatto più bella figura a dimettersi, quantomeno da presidente della commissione Cultura visto che da quando è agli arresti domiciliari per lo scandalo del Mose non ha più messo piede a Montecitorio. Ma Galan non intende dimettersi. Il 15 luglio scadranno i termini della carcerazione preventiva e il deputato di Forza Italia intende tornare a Roma: «A questo Parlamento, che non mi ha permesso di difendermi e mi ha fatto arrestare mentre ero in ospedale, io non devo nulla», ha detto Galan in una intervista al Corriere. Interpellato telefonicamente, non ha difficoltà a rispondere il veneziano Renato Brunetta, capogruppo alla Camera dei deputati di Forza Italia: «La Costituzione, la legge, i regolamenti della Camera, il regolamento del gruppo parlamentare di Forza Italia non prevedono nulla se non il rispetto della legittima volontà del deputato Galan. La decadenza riguarda sentenze passate in giudicato e non mi pare che il patteggiamento di Galan rientri in questa fattispecie, quindi nulla si può eccepire al deputato Galan». 

туризм и отдых
обзоры недвижимости

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information