Login

Chi è on.line

Abbiamo 622 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3274
Web Links
4
Visite agli articoli
8865023
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 13 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

grillo-renzi(Fonte: Repubblica On-Line)Dopo il colpo di scena nel voto online della base Cinque Stelle, fissato un incontro all'ora di pranzo. Forza Italia in pressing sulla legge elettorale. Tutti i nodi del rapporto con Alfano - Le consultazioni entrano nel vivo.

 Dopo la giornata fitta di ieri, chiusa dal  difficile incontro tra Renzi e Alfano, il premier incaricato stamattina vedrà i leader dei principali partiti: alle 10 nella sala del Cavaliere arriva Silvio Berlusconi, poi sarà la volta della delegazione Pd e alle 13,45 toccherà a Grillo. Il leader M5s - "bocciato" dalla base sul web - dovrà andare all'incontro con il premier incaricato. Grillo, insieme a Casaleggio, aveva definito queste consultazioni una farsa, opponendosi all'incontro. Poi però il voto online ha dato esito diverso: una sconfessione avvenuta con uno scarto di appena 446 voti, ma pur sempre una presa di distanza significativa rispetto alla linea dettata dai vertici. Ed è la seconda volta, dopo il caso del reato di clandestinità. 

Per quanto riguarda l'incontro con Forza Italia, il principale nodo è l'altolà di Silvio Berlusconi sulle riforme. Il Cavaliere vuole che la legge elettorale venga discussa e approvata già nella prossima settimana, e soprattutto pretende che non ci siano modifiche. Nessuna apertura, dunque, al pressing di Alfano che punta con forza ad abbassare la soglia di sbarramento. Da Forza Italia no anche all'aggancio della riforma elettorale a quella del Senato, prospettiva che renderebbe certo un rinvio delle elezioni. In cambio, Berlusconi confermerà la disponibilità ad appoggiare con "senso di responsabilità" le riforme economiche se "di impronta liberale". 

Ma la grana principale, per Matteo Renzi, è il rapporto con Ncd. Al di là della questione "posti di governo" - con Alfano che prova a difendere tre ministeri e soprattutto il Viminale - dal Nuovo centrodestra arriva un no sul Job Act, tanto caro al premier incaricato, e una richiesta precisa sulla Giustizia: il futuro inquilino di Via Arenula non deve essere un "giustizialista". Tradotto, nessun magistrato come Guardasigilli. Nell'agenda di Alfano ci sono invece la riforma delle intercettazioni, della custodia cautelare e della responsabilità civile dei giudici.

Nel pomeriggio - come chiesto con insistenza da Alfano - ci sarà un vertice sul programma tra i partiti di maggioranza. Ma Renzi non andrà. Per lui il braccio destro Graziano Delrio. Dopo la giornata di ieri, in cui si sono registrati i prevedibili no di Sel e Lega, si delinea un'apertura che fa discutere: quella di Gal. C'è chi parla di un possibile allargamento a destra della maggioranza. Di sicuro il gruppo Grandi autonomie e libertà è assai eterogeneo: al suo interno uomini che rispondono a Berlusconi, altri che hanno come riferimento Nicola Cosentino, altri dell'Mpa e perfino un ex leghista

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Ecoambiente interventi responsabilità Civitanova annunciato referendum capogruppo dichiarato responsabile possibilità associazioni Comunicato dipendenti all'interno amministrazione condizioni attraverso condannato lavoratori manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato Napolitano situazione QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione territorio REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information