Login

Chi è on.line

Abbiamo 636 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8888900
LOGIN/REGISTRATI
Lunedì, 18 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

rcaAncora una volta, nel mondo delle assicurazioni, si torna a parlare di un problema tipicamente italiano: quello del caro tariffe delle polizze per la responsabilità civile auto, che in Italia hanno un costo nettamente superiore rispetto a quello degli altri paesi europei.

Il caro tariffe delle polizze rc auto italiane

Proprio in questi giorni, infatti, l’Ania, l’Associazione Nazionale delle Imprese Assicuratrici, ha presentato i risultati di uno studio sul mercato Rca in Europa in cui vengono messi a confronto i prezzi dei premi delle polizze rca italiane con quelli delle assicurazioni europee. Ne è risultato che la media italiana appare almeno 231 euro più cara di quella europea, toccando i 491 euro annuali, rispetto ai 278 euro che si pagano negli altri grandi paesi del Vecchio Continente.

E se si vanno a guardare i dati relative alle sole automobili, si scopre che il confronto Italia – Europa, dove il termine Europa sta ad indicare la media collettiva di Spagna, Francia, Germania e Regno Unito – è pari a 526 euro contro 291 euro. Ma non solo. La stessa situazione si verifica anche all’interno del mercato delle polizze moto, per cui nel nostro paese si hanno dei prezzi medi pari a 279 euro all’anno contro i 150 euro delle tariffe europee.

Il problema del caro tariffe nel settore delle assicurazioni auto, come è noto, è un problema antico e di non facile soluzione. Mentre infatti da anni gli assicurati imputano la colpa di questo increscioso stato di cose alle compagnie assicurative e alla mancanza di tutele e controlli da parte dello stato, le associazioni di categoria delle imprese di assicurazione rispondono dicendo che le colpe non devono essere imputate alle sole logiche del mercato, ma anche alle logiche del sistema.

In Italia, infatti, secondo queste ultime, ad incidere profondamente sulle tariffe dei premi rc auto, sono i costi dei sinistri, che gravano almeno per il 60 per cento. In Italia, cioè, a confronto con gli altri paesi europei, anche i risarcimenti percepiti dagli assicurati in caso di morte, invalidità permanente o danno patrimoniale sono più alti di 4 volte rispetto all’Europa, e questo fattore non può che ricadere sui prezzi.

Inoltre non bisogna dimenticare che, proprio a causa dell’alto livello dei prezzi assicurativi delle polizze auto, nel nostro paese è diventato sempre più imponente il fenomeno delle auto prive di copertura assicurativa, che oggi raggiungono i 4 milioni. Completano il quadro delle cause dell’innalzamento dei prezzi la pratica delle frodi assicurative – che incide per il 45 per cento – e la diffusione di comportamenti pericolosi – che incide per il 25 per cento.

Le novità 2014 in merito alle assicurazioni auto

Ma proprio alcune settimane fa il governo ha mosso i primi passi per cercare di abbassare le tariffe delle polizze rc auto e per limitare le piaghe sociali delle frodi assicurative e delle auto prive di copertura. Ha infatti emanato un decreto, il decreto Destinazione Italia, ora allo studio delle commissioni Finanza e Attività Produttive della Camera, che contiene una serie di norme e misure che entreranno in vigore nel corso del 2014.

Le norme del decreto Destinazione Italia coinvolgeranno sia gliautomobilisti, ai quali verranno riservati trattamenti di favore in presenza di comportamenti corretti, sia le compagnie di assicurazione, che saranno severamente sanzionate se non metteranno in pratica le nuove norme. Tutti gli introiti derivanti da questa nuova regolamentazione concorreranno infine ad accrescere il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information