Mercoledì, 19 Giugno 2019
ECCELLENZE TERRITORIALI...
...i tuoi acquisti sicuri

Astoria Wines

astoria
Clicca sull'immagine

A-   A   A+
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ciambetti roberto(Arv) Venezia 24  lug. 2015 - Sul tema della riduzione delle tasse, anticipato in questi giorni dal premier Matteo Renzi, Roberto Ciambetti ha dichiarato stamane la propria profonda perplessità: “Temo che la riduzione del carico fiscale, per quanto auspicata da tutti, debba slittare dall’agenda del governo, come ha ben spiegato ieri la Cgia di Mestre: ‘Entro la fine del 2018 il Governo dovrà recuperare 75,4 miliardi di euro in quasi 4 anni, altrimenti famiglie e imprese subiranno un aggravio fiscale di pari importo’. In effetti gli impegni già assunti dall’Italia con l’Unione europea non ammettono deroghe e già alla fine di settembre bisognerà recuperare almeno 1,4 miliardi di €, senza i quali scatteranno le nuove accise sui carburanti. La stangata comunque dovrebbe venire dalla prossima finanziaria, che se non recupera una prima tranche di 16 miliardi di € porrà le basi per l’inasprimento dell’Iva e l’aumento delle imposte sul reddito”. “Con questo scenario davanti – puntualizza Ciambetti - diventa difficile immaginare strategie per sostenere la domanda interna, cioè l’unico elemento che potrebbe su scala nazionale ridar fiato alla produzione e smuovere il Pil dai suoi indici da prefisso telefonico”. 

La conclusione del Presidente del Consiglio regionale del Veneto è un invito al realismo, all’impegno concreto evitando slogan pervasi di ottimismo elettorale: “L’analisi della Cgia di Mestre sembra prospettare uno scenario veramente preoccupante, in cui il livello del benessere dei cittadini scende, mentre non s’arrestano né l’indebitamento pubblico, né la pressione fiscale. Credo che quindi occorra da parte di tutti, premier soprattutto, abbandonare le facili promesse e fare il massimo per scongiurare aumenti delle accise e dell’Iva: per le nostre imprese e per le famiglie ogni ulteriore aggravio fiscale significherebbe una diminuzione secca negli standard di vita come nella competitività rispetto alle aree più produttive d’Europa.”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information