Lunedì, 27 Settembre 2021
 

PROGETTO CULTURA DIFFUSA

banner cultura

A-   A   A+
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

inceneritore padova san lazzaro “Hera ha ammesso che la richiesta di costruzione della quarta linea dell’inceneritore di San Lazzaro viene direttamente dalla Regione. Chissà come mai questa rivelazione per me è tutt’altro che sorprendente”. Questo il commento della portavoce del Gruppo Misto alla Camera dei Deputati

Silvia Benedetti, che così continua: “se si analizza asetticamente la costruzione della quarta linea, un efficientamento degli impianti che porti ad una riduzione di PM10 ovviamente non rappresenta un fattore negativo. Le contrarietà al progetto di Hera nascono dalla mancanza una visione virtuosa e green della gestione dei rifiuti. La Regione Veneto non deve passare dal conferimento in discarica alla termovalorizzazione, ma deve ambire ai “rifiuti zero”, in modo da spegnere le linee 1 e 2 di San Lazzaro senza rimpiazzarle con una nuova linea, anche se più efficiente La giunta Zaia pensa ad inceneritori ed ampliamento delle discariche, come sta avvenendo per Sant’Urbano: ricordo che tale impianto doveva contenere, ai tempi della sua progettazione, 1 mln di tonnellate di rifiuti, mentre ora siamo a 5 mln. Occorre frenare questa politica ed investire sempre maggiormente sulla riduzione dei rifiuti, oltre che sulla differenziata spinta e sull’utilizzo di materiali riciclabili e maggiormente ecosostenibili. La Regione Veneto dovrebbe sensibilizzare la popolazione a ridurre i rifiuti pro capite che in Veneto arriva quasi a 500 chili/anno, non pensare ad ampliare le discariche ed a nuovi inceneritori", continua Benedetti. "In termini di consenso potrà risultare una mossa impopolare, ma se non cambia al più presto il comportamento delle persone lasceremo alle prossime generazioni un territorio inospitale ed inabilitabile”

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information