Lunedì, 21 Settembre 2020
 
A-   A   A+
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

bartelle 2020“Sulla sanità veneta occorre iniziare a raccontare la verità, uscendo dagli schemi di una narrazione leghista con una sanità veneta eccellente e con il Presidente Zaia pronto ad assumersi solo gli onori e a scaricare sempre le responsabilità degli oneri sugli altri”.

La candidata per Veneto Ecologia Solidarietà Patrizia Bartelle attacca sulla questione Citrobacter a Borgo Trento: “Bene la commissione d’inchiesta che vada a fondo della questione ed appuri le eventuali responsabilità, ma la questione del citrobacter a Borgo Trento è conosciuta da mesi in ambito regionale. Come è possibile Zaia affermi ancora oggi di esserne a conoscenza solo dall’11 giugno, quando la Procura di Verona ha aperto un fascicolo a fine 2019?

Io fatico a crederci, ma se così fosse ci sarebbe un evidente problema nella catena di controllo, dato che i dirigenti a Verona li ha nominati Zaia di concerto con il rettore dell’Università.

Si sono persi mesi importanti e la possibilità di salvare le vite di alcuni bambini innocenti, che purtroppo le dimissioni o i licenziamenti dei responsabili di questa tragedia non riporteranno indietro.
Sono al fianco dei lavoratori che nei mesi passati hanno denunciato le mancanze del sistema sanitario e mi auguro non siano loro ad essere colpiti dai provvedimenti disciplinari, magari al posto di chi è lautamente retribuito per assumersi responsabilità di vigilanza e controllo sull'erogazione delle prestazioni sanitarie.

I fatti di Borgo Trento non sono eventi isolati, in quanto, secondo studi certificati, il 36% dei ricoverati riporta in ospedale un’infezione: non è un dato degno di una sanità eccellente, ma di una sanità che, pur essendo migliore di altre in Italia, denota molteplici carenze, a partire da quelle legate al personale ed ai fondi a disposizione”, termina Bartelle.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information