Mercoledì, 21 Novembre 2018
ECCELLENZE TERRITORIALI...
...i tuoi acquisti sicuri

Astoria Wines

astoria
Clicca sull'immagine

A-   A   A+
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

maurizio conteSanità - Conte (Veneto per l’Autonomia-Alleanza per il Veneto): “Assunti medici non italiani nell’Azienda ULSS 2 Marca Trevigiana: quali verifiche sono previste sulla proprietà di linguaggio medico-scientifico?”

 

(Arv) Venezia, 2 ago. 2018 - “Il nuovo Piano socio-sanitario regionale 2019-2023 è sicuramente ai primi posti nella lista dei provvedimenti legislativi più attesi dai veneti; il primo è quello per l’Autonomia. Il futuro piano di programmazione della sanità veneta dovrà caratterizzarsi per la capacità di rispondere concretamente a obiettivi strategici e condivisibili. Gli ambiti sui quali indirizzare risorse e investimenti sono molteplici se solo pensiamo alle diverse esigenze territoriali e agli sforzi finora compiuti per l’integrazione socio-sanitaria, come dimostrato dall’ex ULSS 15 Alta Padovana”. Lo afferma in una nota il Consigliere regionale Maurizio Conte (Veneto per l’Autonomia-Alleanza per il Veneto) che aggiunge: “Il nuovo piano socio-sanitario che andremo ad approvare in Consiglio regionale dovrà presentare un piano straordinario di assunzioni, specifici percorsi formativi e il reperimento delle professionalità necessarie per porre rimedio all’attuale - e ancor di più, futura - carenza di medici specialisti”.

“È fatto noto - sottolinea Conte - e recentemente riportato dagli organi di stampa (Tribuna di Treviso venerdì 27 luglio), l’allarme lanciato dal direttore generale dell’Ulss 2 Francesco Benazzi, il quale ha evidenziato la drammatica lacuna di specialisti e la conseguente necessità di sondare la disponibilità di professionisti stranieri, in particolare ginecologi, provenienti da Polonia e Romania. Se da un lato lo scambio culturale, anche in ambito sanitario, è sicuramente un fattore premiante e occasione di crescita professionale, non si può non rimarcare - e a riportarmelo sono gli stessi specialisti -  che anche in questo caso in Europa le regole non sono uguali per tutti, ovvero per citare un esempio concreto, in Germania, ai medici che non sono di nazionalità tedesca viene richiesto, prima di essere assunti, di sostenere uno specifico esame in lingua tedesca, utile per dimostrare la conoscenza della relativa terminologia medico-scientifico”.

“Se da un lato ci troviamo di fronte a un’emergenza venutasi a creare nei vari reparti a causa di molteplici fattori quali il numero chiuso per accedere alle università di medicina e nel contempo un numero insufficiente di borse di studio per accedere alla specializzazione - continua il Consigliere - è altrettanto evidente che non possiamo permetterci degli specialisti che non siano in grado di dialogare con gli utenti e ancor più grave, con i propri colleghi. E sottolineo, che il problema è stato posto direttamente dai medici non di lingua madre italiana che per loro stessa ammissione, la lingua italiana rappresenta un ostacolo importante da superare”.

“Ho ritenuto quindi opportuno - conclude Conte - manifestare alla Giunta regionale alcune specifiche criticità che riguardano l’ULSS 2 e nel contempo avviare un confronto utile ad affrontare una nuova problematica in ambito sanitario regionale derivante dalla mancata conoscenza della lingua italiana da parte di medici, infermieri e operatori sanitari in servizio presso le nostre strutture sanitarie”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information