Venerdì, 16 Novembre 2018
ECCELLENZE TERRITORIALI...
...i tuoi acquisti sicuri

Astoria Wines

astoria
Clicca sull'immagine

A-   A   A+
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ecofuturo 18Come da 5 anni a questa parte, dal 18 al 22 luglio a Padova, torna EcoFuturo Festival, al Fenice Green Energy Park. Le 5 giornate del festival saranno all’insegna di incontri, spettacoli, corsi, workshop ed esposizioni: il tutto all’insegna dell’innovazione ecologica.

Gli ecologisti propongono modalità rinnovabili per fare energia elettrica, e sperano che tutti i settori economici possano adottare una filosofia più ecosostenibile, usando tecnologie che consentano di risparmiare energia e ridurre le emissioni di CO2. Le tecnologie inoltre potrebbero permettere di fare della CO2 un ciclo chiuso, catturandola e riutilizzandola in numerose applicazioni.

 

“L’anidride carbonica che sta alterando il clima del pianeta Terra è un disastro, ma è anche una risorsa fino a ora male utilizzata. Troppa in cielo e troppo poca in terra, nei primi centimetri di suolo dove la CO2 è fondamentale per la crescita delle piante e per lo sviluppo della vita”, spiegano gli organizzatori in una stampa.

Un esempio potrebbe essere quello dell’agricoltura, dove è essenziale che la sostanza organica, il carbonio, non venga disperso da tecniche ormai superate. Il carbonio infatti viene stoccato nelle piante dall’attività fotosintetica e dal suolo e un uso ecologicamente vantaggioso delle tecnologie permetterà di non sprecarlo come risorsa.

Stasera, alle ore 18 l’Assessore all’Ambiente del Comune di Padova Chiara Gallani, l’Europarlamentare Dario Tamburrano, insieme ad Andrea Grigoletto e Andreas Spatharos, dirigenti del Fenice Green Energy Park inaugureranno il festival. Davanti al Comune di Padova saranno esposti per tutta la settimana del festival, la ricostruzione fedele dell’auto elettrica del Conte Carli del 1891 e “l’orto bioattivo” dotato del nuovo sistema per l’irrigazione fotovoltaica a circuito chiuso. L’appuntamento prenderà il via con l’incontro “Per un futuro senza pesticidi”, coordinato da Maria Grazia Mammuccini di Federbio. Il confronto tra Piero Gattoni, Presidente del CIB (Consorzio Italiano Biogas), Stefano Bozzetto (imprenditore agricolo di riferimento del CIB), Claudio Fabbri (CRPA) e Giustino Mezzalira (Veneto Agricoltura), nonché le varie esperienze presenti, dimostreranno come esista un nuovo modello di agricoltura che consente di riportare nel terreno CO2 in grandi quantità, trasformandola in carbonio e quindi in incremento di fertilità del terreno stesso.

A tutti i partecipanti saranno offerti campioni di stallatico fertilizzante per orti e giardini, e di biochar, entrambi materiali che dimostrano come si possa invertire il ciclo della CO2 favorendo l’agricoltura in maniera naturale, ecologica e innovativa.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information