Login

Chi è on.line

Abbiamo 718 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
50
Articoli
3362
Web Links
4
Visite agli articoli
12721338
LOGIN/REGISTRATI
Lunedì, 27 Settembre 2021
 

PROGETTO CULTURA DIFFUSA

banner cultura

A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


Economia italiana

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0

monte valle(L'opinione) - A conferma delle parole entusiatiche di Letta, il pifferaio, dette a Dubai (forse in Italia si vergognava a dirle) un marchio prestigioso quale "Poltrone Frau" lascia l'Italia. Le fa buona compagnia Yahoo.it che va in Olanda. Ma parlando di Poltrone Frau fa riflettere la coerenza di Luca Cordero di Montezemolo

Leggi tutto...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0

soldi(Fonte: Il Cittadino on-line) - Adusbef e Federconsumatori si coalizzano - Il contestato decreto sulla rivalutazione delle quote della Banca d’Italia, il cui capitale detenuto da banche ed assicurazioni passerà da 156.000 euro a 7,5 miliardi di euro, che oltre a configurare un aiuto di Stato mascherato alle banche socie, potrebbe concretizzare ipotesi delittuose

Leggi tutto...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0

chiuso-fallimento(Fonte: Il Fatto Quotidiano) - L'accusa dell'Associazione degli artigiani di Mestre: nel 2013 i fallimenti hanno superato quota 14.200. Pesano anche la pressione fiscale, la crisi economica e la stretta delle banche sul credito. Nonostante i 22 miliardi di rimborsi sbloccati, alle imprese mancano ancora fiumi di denaro dal pubblico

Leggi tutto...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0

letta emirati(Fonte: Il Fatto Quotidiano) - Il premier annuncia che l'Italia si è ripresa "con le sue forze, senza chiedere niente a nessuno". Ma il presidente di Confindustria risponde: "I numeri non ci permettono di guardare con ottimismo verso il futuro"

Leggi tutto...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0

luce tunnel(L'opinione) - Letta rassicura e lo va anche a dire agli Emirati Arabi, che stiamo uscendo dalla crisi come se i loro governanti (ricchi sfondati) fossero degli idioti creduloni. La realtà invece è ben diversa e lo testimonia il Cgia di Mestre in un rapporto impressionante. Dal 2009 ad oggi i fallimenti delle aziende (che sono la punta scoperta e finale del problema) sono aumentati del 52% con un'ecatombe di morti suicidi ma il fallimento è il momento tragico e conclusivo di un percorso delle aziende che vivono la crisi. E questa crisi è dovuta pressochè ad uno Stato che non paga i suoi debiti, che sperpera il danaro che gli viene affidato verso quella casta che lo protegge succhiandone il suo (nostro) sangue. Sempre la Cgia di Mestre rileva che sono oltre 100 i miliardi di debito che lo Stato ha nei confronti delle aziende italiane. E sempre Letta ci viene a dire entusiasta che ha già pagato 2 miliardi alle imprese che così potranno sopravvivere.

Letta... la luce infondo al tunnel è un Italicus che ci viene addosso senza via di scampo!

Sottocategorie

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Civitanova annunciato responsabilità soprattutto capogruppo particolare dichiarato responsabile associazioni possibilità all'interno Comunicato referendum dipendenti amministrazione condizioni condannato manifestazione attraverso lavoratori pubblicato intervento Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza importante Napolitano ambientale presentato situazione parlamentari QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino territorio RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information