Login

Chi è on.line

Abbiamo 422 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
56
Articoli
3108
Web Links
4
Visite agli articoli
6488573
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 23 Gennaio 2018
A-   A   A+

scarica feed


Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

CENTRALE PORTO TOLLE(fonte IL RESTO DEL CARLINO).Centrale di Porto Tolle: tre anni per disastro ambientale doloso e interdizione dai pubblici uffici. Scaroni: "Sono estraneo ai fatti, farò ricorso". Tatò: "Sentenza assurda". Esultano gli ambientalisti.

Condannati gli ex ad di Enel,Franco Tatò e Paolo Scaroni a 3 anni per disastro ambientale doloso ed assolti per l'omessa collocazione di cautele atte a prevenire disastri, più l'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni; assolti tutti gli altri sette imputati al processo relativo alla centrale Enel di Porto Tolle, fra cui Fulvio Conti, attuale amministratore delegato. Nel primo pomeriggio i giudici del tribunale di Rovigo hanno letto la sentenza. Il pm Manuela Fasolato aveva chiesto la condanna per gli ex vertici e l'attuale ad di Enel, accusati di disastro ambientale per l'omessa installazione di apparecchi al fine di prevenire il deterioramento dell'ambiente circostante e l'aumento delle malattie respiratorie nei bambini, evidenziato anche dall'Istituto tumori Veneto. Scaroni e Tatò sono staticondannati anche al pagamento della provvisionale di 50mila euro al ministero dell'Ambiente, 100mila euro al ministero della Salute, 70mila euro ciascuno per la Provincia di Rovigo e i Comuni di Porto Tolle e di Rosolina, 20mila euro a Legambiente, 10mila ciascuno a Italia Nostra, Greenpeace e Wwf. Tutte le reazioni "Sono completamente estraneo alla vicenda e faro' immediatamente ricorso". Lo dichiara l'amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni, a seguito della sentenza che lo ha condannato a tre anni per disastro ambientale legato alla Centrale Enel di Porto Tolle. "Sono stupefatto da questa decisione - aggiunge Scaroni che di Enel e' stato amministratore delegato dal 2002 al 2005 - come dimostrato dalle difese la centrale Enel di Porto Tolle ha sempre rispettato gli standard in vigore, anche all'epoca dei fatti contestati". “Considero questauna sentenza assurda, che scuote la mia teutonica fiducia nella giustizia. Sono certo che chi gestiva la centrale quindici anni fa ha sempre rispettato le norme: vedremo in appello”. Lo afferma in una nota Franco Tato’. Di umore opposto Fulvio Conti. “Sono soddisfatto per la sentenza di assoluzione, che dimostra la mia totale estraneita’ rispetto alle accuse sollevate in questi mesi di dibattimento”. “Soddisfazione per la sentenza” è stata espressa dalle associazioni ambientaliste Greenpeace, Legambiente e Wwf. I giudici, dicono gli ambientalisti in una nota congiunta, hanno “riconosciuto ciò che denunciamo da anni, ossia che la centrale di Porto Tolle ha continuato a funzionare in mancanza delle autorizzazioni ambientali, causando gravi danni alla salute della popolazione residente e all`ambiente. Ora il nesso tra le emissioni di quella centrale e l’aumento di patologie nella popolazione locale appare provato, come pure l’impatto sul fragile ecosistema del Delta del Po che ospita l’impianto; ed Enel sarà chiamata a rifondere danni per 3,6 miliardi di euro”. Le associazioni ambientaliste “auspicano che la sentenza odierna rappresenti anche l’archiviazione definitiva per i progetti di riconversione a carbone della Centrale di Porto Tolle" e chiedono a Enel "di fare chiarezza e di dire cosa intende fare".

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

attraverso CARABINIERI segretario corruzione produzione possibilità capogruppo Ecoambiente responsabile Civitanova associazioni condizioni annunciato dichiarato democrazia dipendenti commissione amministrazione lavoratori importante all'interno intervento manifestazione ambientale pubblicato condannato presentato maggioranza Alessandro Redazionale situazione parlamentari consigliere Napolitano Commissione QUOTIDIANO) elettorale Presidente Parlamento territorio Repubblica carabinieri INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi presidente Berlusconi Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information