Login

Chi è on.line

Abbiamo 575 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
56
Articoli
3108
Web Links
4
Visite agli articoli
6494599
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 24 Gennaio 2018
A-   A   A+

scarica feed


Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

tribunale rovigoCAVARZERE HA PATTEGGIATO LA PENA RINO BARBIERATO, 67ENNE PENSIONATO COLTO IN FLAGRANTE DAI CARABINIERI.L’uomo era stato arrestato dopo una tentata aggressione alla ex moglie l’1 novembre scorso.

Sconterà la pena in carcere Rino Barbierato, il 67enne pensionato che era stato arrestato dai carabinieri di Adria lo scorso 1 novembre mentre tentava di aggredire la ex moglie nelle vicinanze di un bar di Adria. L’avvocato Mares Tasso del foro di Venezia ha patteggiato per il suo assistito una pena di 3 anni di reclusione, senza la sospensione, e il pagamento delle spese legali. La moglie, seguita dall’avvocato Sandra Passadore, si era costituita parte civile e ora sarà proprio in sede civile che proseguirà la vicenda giudiziaria. Una storia che parte da lontano, dalla crisi vissuta tra i due coniugi iniziata nel 2008, che li ha portati a iniziare una disputa legale per la separazione. E le minacce, le persecuzioni e i maltrattamenti denunciate dalla moglie nel corso degli anni, culminate con l’episodio dello scorso 1 novembre, quando il 67enne, dopo aver pedinato ancora una volta la donna, l’aveva tamponata violentemente con la propria autovettura nel tentativo di bloccarla. La donna, miracolosamente rimasta incolume, si era poi nascosta in un bar del centro di Adria e aveva chiamato i carabinieri tramite il “112”. Una pattuglia del nucleo radiomobile di Adria aveva quindi rintracciato dopo alcuni minuti il pensionato il quale, dopo un primo tentativo di resistenza, era stato bloccato dai carabinieri ed accompagnato in caserma. La vicenda aveva destato stupore per il tenore delle minacce che l’ex marito aveva rivolto alla moglie. Tra le tante la bara artigianale preparata dal 67enne, che la ex moglie sostiene l’avesse preparata per lei, mentre secondo il pensionato l’avrebbe costruita per sè stesso. L’avvocato Tasso ha annunciato che presenterà un’istanza al giudice per ottenere gli arresti domiciliari. “Si tratta di un incensurato che non è mai stato in carcere prima. Quando la sentenza passerà in giudicato chiederò l’affidamento ai servizi sociali” le sue parole. Ha patteggiato una pena di 3 anni il 67enne pensionato accusato di aver perseguitato per anni la moglie, fino all’arresto in flagrante dell’1 novembre scorso.Luca Crepaldi

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

attraverso CARABINIERI segretario corruzione produzione possibilità capogruppo Ecoambiente responsabile Civitanova associazioni condizioni annunciato dichiarato democrazia dipendenti commissione amministrazione lavoratori importante all'interno intervento manifestazione ambientale pubblicato condannato presentato maggioranza Alessandro Redazionale situazione parlamentari consigliere Napolitano Commissione QUOTIDIANO) elettorale Presidente Parlamento territorio Repubblica carabinieri INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi presidente Berlusconi Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information