Login

Chi è on.line

Abbiamo 568 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
56
Articoli
3108
Web Links
4
Visite agli articoli
6494599
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 24 Gennaio 2018
A-   A   A+

scarica feed


Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

portotolle-pezzo(Fonte: Corriere del Veneto) - Rischio idrogeologico, i Comuni chiedono una legge «Fondi a rischio, serve un provvedimento speciale» - Continua la lotta per la difesa del territorio del Delta del Po. Dopo gli appelli

lanciati dai consorzi di bonifica polesani, nella mattinata di giovedì i sindaci deltini hanno partecipato all'incontro in consiglio regionale, con il direttore del consorzio di bonifica Delta Po, Giancarlo Mantovani ed il presidente del parco Geremia Gennari. Ancora una volta il territorio chiede fondi per contrastare gli effetti dell'abbassamento del suolo (subsidenza), fenomeno amplificato drasticamente dalle estrazioni di acque metanifere nei decenni scorsi che hanno causato una depressione media di due metri sotto il livello del mare. L'assessore regionale all'Ambiente Maurizio Conte - che ha presenziato col presidente della commissione statuto Carlo Alberto Tesserin, i tre consiglieri regionali del Polesine Cristiano Corazzari (Lega), Graziano Azzalin (Pd) e Mauro Mainardi (Fi), e il capogruppo di Italia dei Valori Antonino Pipitone - nei giorni scorsi aveva assicurato che avrebbe richiesto l'inserimento un milione di euro in fase di assestamento di bilancio nella lotta alla subsidenza, mentre il presidente del consiglio regionale Clodovaldo Ruffato ha fatto promesse per il bilancio di previsione 2014.

«Cercheremo di reperire le risorse necessarie per il Delta del Po - afferma -, per le opere di bonifica idraulica e per la vivificazione delle sue lagune». I costi per mantenere il territorio all'asciutto (70% solo per le infiltrazioni di acqua) sono in continua crescita a causa dell'aumento del prezzo dell'energia elettrica e dalle grandi quantità di acque piovane (il 30% della spesa) delle ultime due annate. Tuttavia, a fronte di un aumento delle spese c'è stato un taglio dei fondi regionali, dimezzati nell'arco di tre anni, passati da 1,2 milioni di euro a 600mila e l'azzeramento dei fondi di investimento (pari a 6 milioni di euro nel 2010). «Lo stillicidio di tagli e di riduzioni a fronte di un aumento di costi per l’energia e per le opere di manutenzione - spiega Gennari - non consentono più di garantire la sicurezza idraulica del Delta e mettono a repentaglio le attività agricole, quelle turistiche e anche la coltivazione di mitili e cozze». I sindaci chiedono una legge speciale per la sicurezza idraulica della zona, in modo da ottenere finanziamenti permanenti e non a «spot» come nella finanziaria del 2013. Anche Azzalin appoggia le richieste del territorio: «Bisogna ricordare che su un simile terreno non si può procedere con misura tampone, ma con la presa in carico di un problema che non può essere lasciato sulle spalle degli amministratori locali». Mentre per Pipitone: «Bisogna investire sullo sviluppo e sul territorio, invece che su megaprogetti che guardano al passato, come la Centrale a carbone di Porto Tolle».

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

attraverso CARABINIERI segretario corruzione produzione possibilità capogruppo Ecoambiente responsabile Civitanova associazioni condizioni annunciato dichiarato democrazia dipendenti commissione amministrazione lavoratori importante all'interno intervento manifestazione ambientale pubblicato condannato presentato maggioranza Alessandro Redazionale situazione parlamentari consigliere Napolitano Commissione QUOTIDIANO) elettorale Presidente Parlamento territorio Repubblica carabinieri INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi presidente Berlusconi Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information