Login

Chi è on.line

Abbiamo 561 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
56
Articoli
3108
Web Links
4
Visite agli articoli
6494682
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 24 Gennaio 2018
A-   A   A+

scarica feed


Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

2042379-virigili

Tromba d’aria, danni per 100 milioni di euro nei campi e nei frutteti. La presidente della Provincia Tiziana Virgili chiede lo stato di calamità al governatore Luca Zaia.

La senatrice Emanuela Munerato chiede l’intervento del governo.
(Fonte: RovigoOggi del 16 agosto 2013)

“La tromba d'aria del 14 agosto non ha fatto rumore sui giornali nazionali, ma i danni sono ingenti. Il Veneto viene spesso dimenticato da Roma, che se ne ricorda solo quando è ora di fare cassa. Per Canda, Castelgugliemo, San Bellino e gli altri Comuni della Provincia di Rovigo colpiti dal maltempo pretenderemo un intervento speciale”.
Con queste parole la senatrice della Lega Nord Emanuela Munerato ha presentato un’interrogazione urgente ai ministri dell’Interno Angelino Alfano e delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo per sollecitare un intervento nei comuni colpiti dalla tromba d’aria di mercoledì 14 agosto.
La presidente della Provincia Tiziana Virgili ha chiesto il riconoscimento dello stato di calamità al governatore Luca Zaia. Le associazioni di categoria del primario hanno iniziato a fare la stima dei danni.

Ha causato una devastazione vasta e pesante il temporale che ha colpito il medio e l’alto Polesine mercoledì 14 agosto. Tant’è che Tiziana Virgili, presidente della Provincia di Rovigo, venerdì 16, ha firmato la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale al governatore veneto Luca Zaia e al prefetto Francesco Provolo mentre la senatrice della Lega Nord Emanuela Munerato, residente a Lendinara, ha presentato un’interrogazione ai ministri Angelino Alfano e Nunzia De Girolamo in cui scrive: “Per Canda, Castelgugliemo, San Bellino e gli altri Comuni della Provincia di Rovigo colpiti dal maltempo pretenderemo dal governo un intervento speciale”.

Il settore agricolo risulta quello più colpito. Sabato 17 agosto, nel municipio di Badia Polesine, alle 10, è convocato un summit per fare il punto della situazione. Saranno presenti gli imprenditori, i sindaci dei comuni colpiti e i consiglieri regionali polesani.
Nel frattempo, le associazioni agricole e il direttore generale di Avepa Fabrizio Stella hanno iniziato i sopralluoghi nei campi e nei frutteti devastati dalla grandine e dal vento (leggi articolo). Sono centinaia, secondo una prima stima generale, le imprese del primario in ginocchio, tant’è che Mauro Giuriolo, presidente provinciale di Coldiretti, parla senza mezzi termini di “apocalisse”.
Lorenzo Nicoli, presidente di Confagricoltura e di Agrinsieme (coordinamento formato da Confagricoltira, Cia e Confcooperative) parla di danni superiori ai 100 milioni di euro su una superficie agricola di oltre 30mila ettari (leggi articolo).

Pioggia, tromba d’aria e grandine hanno risparmiato ben poco in una zona molto ampia tanto che il direttore generale di Avepa Fabrizio Stella, dopo il sopralluogo, spiega: “Frutteti, orti, campi, stalle e aziende agricole di Giacciano con Baruchella, Canda, Badia, Lendinara, versano in una situazione gravissima. Nei frutteti ad esempio ci sono piante rovinate che andranno sostituite, con penalizzazioni economiche anche per le annate future”.
Secondo Confagricoltura il raccolto delle pere, mele,  kiwi e noci è andato perso soprattutto negli impianti non dotati di protezione antigrandine. Colpiti molti impianti vivaistici di pero e melo. Mais, soia e bietole e pomodoro in alcuni territori cono completamente defogliate con danni dal 70 al 100%.

I danneggiamenti, comunque, non sono stati solo in Altopolesine. Il tetto della chiesa della Rotonda di Rovigo, affacciata su piazza XX settembre, è stato scoperchiato in due punti dal vento (leggi articolo). Le tegole sono state spostate, altre sono volate via. A Fiesso Umbertiano il sindaco Luigia Modonesi ha presidiato, insieme alle forze dell’ordine i punti più critici del proprio comune fino alle 23 di giovedì 15 agosto (leggi articolo).

Secondo Giuliana Gulmanelli, assessore provinciale alla Protezione civile, che ha seguito l’evolversi della situazione dalla sala operativa di Rovigo, l’epicentro dei danni si è verificato a San Bellino: “Tutti i distretti della Protezione civile sono stati allertati dalla Prefettura - spiega - e dopo poche ore erano pronti a dare sostegno alle attività dei vigili del fuoco. Con le motoseghe hanno contribuito alla rimozione degli alberi sradicati e caduti a causa della tromba d’aria, con le motopompe hanno rimosso gli allagamenti e hanno soccorso i cittadini colpiti dal black out”.
Cimitero distrutto, una barriera frangivento lungo 800 metri abbattuta, tegole spazzate via e comignoli abbattuti, 20 centimetri di grandine caduti. Questa la situazione verificatasi a San Bellino secondo il resoconto di Gulmanelli.

Nella richiesta dello stato di calamità inviata al governatore Zaia, la presidente Virgili scrive: “Avendo la Regione decretato lo stato di emergenza, si chiede il riconoscimento dello stato di calamità naturale e l'attivazione di tutte le misure di sostegno economico conseguenti a favore dei territori coinvolti”.
La senatrice Munerato, nella propria interrogazione urgente, scrive: “De Girolamo venga a Rovigo a vedere come se la passano i contadini veneti che aveva ridicolizzato in televisione. Oltre alla crisi, ora dovranno scontare i danni causati dalla tromba d'aria di Ferragosto. Le aziende agricole colpite dalla tempesta, con impianti di frutteti e vigneti rovesciati, alberi caduti sopra i trattori, reti antigrandine completamente distrutte, tetti e serre scoperchiate sono decine.Roma non provi ad abbandonare la mia provincia e il ministro faccia il proprio dovere”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

attraverso CARABINIERI segretario corruzione produzione possibilità capogruppo Ecoambiente responsabile Civitanova associazioni condizioni annunciato dichiarato democrazia dipendenti commissione amministrazione lavoratori importante all'interno intervento manifestazione ambientale pubblicato condannato presentato maggioranza Alessandro Redazionale situazione parlamentari consigliere Napolitano Commissione QUOTIDIANO) elettorale Presidente Parlamento territorio Repubblica carabinieri INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi presidente Berlusconi Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information