Venerdì, 17 Novembre 2017
A-   A   A+

scarica feed

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

IMG 0815a(Arv) Venezia 29 luglio 2015 - Il Pdl 15 (proposta di legge... ndr) – che punta a modificare le leggi regionali 27.2003 e 15.2002, in materia di finanza di progetto per realizzazione di infrastrutture di viabilità e trasporto – ha ottenuto oggi il via libera durante la seduta congiunta della Prima e Seconda commissione. Il Progetto, a firma Zaia, Finco e Rizzotto, ha infatti incassato il voto compatto della maggioranza, il voto contrario dei 5Stelle e delle componenti riconducibili al Pd, mentre non hanno partecipato al voto i cinque consiglieri “tosiani” e Sergio Berlato (FdI). Le perplessità avanzate da alcuni consiglieri – in particolare da Stefano Fracasso (Pd), Marino Zorzato (AP), Piero Ruzzante (Pd), Stefano Casali (LT), Simone Scarabel (5S), Andrea Bassi (LT), Andrea Zanoni (Pd), Sergio Berlato (FdI) e Manuel Brusco (5S) - si possono ricondurre nella sostanza alla domanda: se la Giunta ha già nelle proprie prerogative la possibilità di analizzare, rivedere, revisionare ed anche bloccare dei progetti prima della stipula della convenzione di concessione, da dove deriva la necessità di un Pdl che nella sostanza non fa altro che condividere con il Consiglio regionali dei poteri già esistenti?

La questione posta, secondo differenti angolature, non ha messo comunque in discussione la necessità di intervenire con attenzione sul tema dei Project financing, e proprio su questa premessa da tutti condivisa si sono soffermati Nicola Finco (LN-LV), Silvia Rizzotto (ZP), Massimiliano Barison (FI) e Antonio Guadagnini (IDV), che hanno ricordato l’importanza di dar via libera al testo di legge in questione, che muove dalla urgenza di dotarsi di uno strumento agile, oggi non esistente, per governare in modo più efficace lo strumento della finanza di progetto.

Al termine del voto il Presidente della Prima Commissione, Marino Finozzi, ha commentato la seduta odierna dicendosi soddisfatto in quanto “occorre fare chiarezza su una situazione che preoccupa i cittadini. Stamattina la tematica dei project financing è stata molto approfondita in seduta congiunta e il via libera ottenuto va nella direzione di avere il massimo della trasparenza in questo settore. I project financing non sono da demonizzare: in molti casi e in tanti paesi del mondo funzionano e quindi anche in Veneto si avverte la necessità di verificare come e quando siano realmente utili. Il 4 agosto, in seduta di Consiglio, andremo a verificare se ci sono le condizioni per approvare il Pdl 15, ma sono abbastanza fiducioso”. Il vicepresidente della prima Commissione, Stefano Fracasso (Pd), al termine della seduta congiunta ha confermato il voto contrario del suo gruppo, motivandolo così: “Riteniamo di non aver ricevuto in Commissione risposte chiare alle domande che abbiamo fatto. In particolare non ci è stato detto perché la Giunta comunque non provveda - come ha fatto in passato - a fermare i project, anche in mancanza di una norma legislativa del Consiglio. Quindi noi faremo sicuramente una manovra emendativa perché vogliamo maggior chiarezza, vogliamo sapere quali sono i costi da sostenere i caso di revisione dei progetti e distinguere le responsabilità”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information