Venerdì, 17 Novembre 2017
A-   A   A+

scarica feed

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Movimento 5 stelle regione(Arv) Venezia 28 lug. 2015 -    Come è ormai purtroppo assodato, il governo centrale devolve al Veneto solo 2 milioni per l'emergenza in Riviera dopo il tornado. Ma per riparare i danni ne servono molti di più. La Regione ne vuole altri 92 e Luca Zaia allora ipotizza un'accisa di 5 centesimi sulla benzina. Una tassa di scopo. A fronte di questo scenario il gruppo regionale M5S commenta: “L'abbandono che il Veneto ha registrato da parte del governo Renzi è vergognoso. E lo è ancora di più la levata di scudi in sua difesa da parte dei consiglieri regionali del Pd: è disgustoso che l'amore per la propria terra e la solidarietà al popolo veneto vengano sottoposte alle logiche di partito. Vogliamo dire forte e in modo impietoso che il Pd veneto è complice dell'abbandono di Roma nei confronti delle popolazioni colpite dal tornado dell'8 luglio”.

Concludono i consiglieri pentastellati: “È sbagliato tuttavia far passare il concetto che i veneti se la debbano cavare sempre da sé, mettendo una tassa che andrà a gravare su chi è già in difficoltà, perché il Governo centrale ha il dovere di tutelare le popolazioni colpite da calamità. Come abbiamo fatto dal primo giorno in Consiglio, mentre votavamo per devolvere altri tre milioni alle popolazioni colpite, chiediamo perciò che sia istituito immediatamente un fondo per le emergenze. Un fondo fisso, che non debba esser riempito di volta in volta, col crearsi di queste situazioni grottesche, ma al quale devolvere i soldi risparmiati da sprechi ed elargizioni vergognose come quella di 2 milioni e 710 mila euro avvenuta proprio il giorno del tornado. Soldi distribuiti dall'Ufficio di presidenza, dal quale siamo stati esclusi, per pagare gli assegni di fine mandato a 44 consiglieri. Compreso il condannato Renato Chisso”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information